Archive for the ‘narrazione generativa’ Category

Esilio

venerdì, novembre 23, 2012 9:56 No Comments

“(… ) è possibile che per scrivere sia necessaria l’esperienza dell’esilio? Capisci cosa intendo? Uno scrittore deve per forza sentirsi un paria, un esule, uno straniero, per scrivere? E in secondo luogo mi domando: è possibile, secondo te, che questo sentimento riguardi le donne, più che gli uomini? Non è sempre così, mi dirai…Ma anche […]

This was posted under category: corpo e sangue, emozioni, libri, narrazione generativa

Intervallo

giovedì, dicembre 3, 2009 22:06 No Comments

Mi sembra interessante fermare il nostro racconto e fare una considerazione parecchio interessante.   Enzo è un poeta. Io una narratrice. La mia scrittura è movimento in avanti, spinge per far andare avanti un’azione. La scrittura di Enzo è un microcosmo, un tutto racchiuso. Enzo ferma un momento e in quel momento lascia intravedere il prima, […]

This was posted under category: narrazione generativa Tags:

Ma era pieno giorno…

mercoledì, dicembre 2, 2009 22:03 No Comments

“La prima volta che ti ho visto volare ho spento il motore e mi sono incantata a guardare. Ero sola in mezzo alla strada.     La notte cingeva d’assedio ogni mia illusione. Le stelle soffiavano vento sulle ali delle mie, delle tue possibilità inesplorate… In quel sogno di noi, tutto sembrava possibile! (Enzo)     […]

This was posted under category: narrazione generativa Tags:

La prima volta che ti ho visto volare

martedì, dicembre 1, 2009 22:57 No Comments

Cari amici e amiche, grazie per le parole che mi avete mandato in privato o in pubblico. Davvero mi fanno sentire meno sola. Ogni tanto ci ricado, mi sento sola. E’ un fatto.   Per stare con voi mi piacerebbe scrivere una cosa tutti insieme. Io ci metto l’attacco e poi possiamo provare ad andare avanti.  […]

This was posted under category: narrazione generativa Tags:

Andrea e Luca

venerdì, novembre 13, 2009 21:39 1 Comment

Andrea, che di mestiere fa lo psicoterapueta, ha scritto in un commento appena più sotto:   “Sto leggendo il tuo libro, sembra tu l’abbia scritto nella stanza d’analisi, mi viene in mente che sia molto pasoliniano, nel senso dell’autore che entra in relazione con il lettore attraverso il proprio corpo, che mostra il suo corpo e […]

This was posted under category: narrazione generativa Tags: