Decalogo per diventare scrittori di successo

lunedì, settembre 7, 2009 10:46 | Filled in proust

Il 1° settembre è apparso sul Corriere della Sera un articolo di Paolo Di Stefano che mi sembra interessante e consolante e che magari scopre l’acqua calda, ma può far bene a molti scrittori che si buttano giù e se la prendono con il mondo se il loro libro non diventa un best seller.

 

Io penso che se il tuo libro piace così tanto a qualcuno che poi lo consiglia caldamente a qualcun altro che poi a sua volta dice a qualcun altro che quel libro lì è proprio bello e magari glielo regala e poi così, ecco ma vuoi mettere se  non è proprio quello un successo e forse il più bello dei successi? 

 

Colgo ancora l’occasione per ringraziare Annalisa, Sabrina, Antonella, Francesco, Luca, Manuela, Marina, Giorgia, Bruno, Luca, Francesco, Paola, Alessandra, Valentina, Stefano, Monica, Margherita, …, che hanno apprezzato il mio libro, che me lo hanno scritto, che lo hanno regalato, che lo hanno consigliato, che lo hanno riletto. Cosa avrei potuto augurarmi di più? Ho avuto amore e calore in cambio. Ho avuto ciò di cui tutti abbiamo più bisogno.

 

Decalogo per diventare scrittori di successo

La regola numero dieci: il passaparola è il vero segreto del successo

proust 

Leggi l\’articolo

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

1 commento to Decalogo per diventare scrittori di successo

  1. Istèria » Patty says:

    ottobre 20th, 2009 at 07:58

    […] però è successo ciò che né l’editore né io ci aspettavamo: il mio libro è piaciuto e ha cominciato a camminare con le sue gambe. E’ piaciuto alle persone che lo hanno comprato e che lo hanno consigliato ad altre persone. E’ piaciuto a critici importanti. E’ piaciuto a giornalisti di riviste e tv e a curatori di programmi. Insomma, è piaciuto e basta. A prova di quanto avevo postato qui. […]

Lascia un commento