Fahreneit

lunedì, novembre 2, 2009 22:33 | Filled in gli utlimi occhi di mia madre

copertina 1 C’è stato un momento della mia vita che è durato quattro anni. C’è stato un momento che è cominciato il 7 maggio del 2002 ed è terminato nel novembre del 2006. Il 2002 è stato il momento in cui sono diventata madre ed è stato il momento in cui ho terminato la Scuola Holden, salutandola per sempre. Il 2006 è stato il momento in cui ho cominciato a scrivere il libro di mia madre.

 

Dentro quel momento ho fatto la mamma di due figli. Dentro quel momento non ho lavorato, non ho letto e non ho scritto. Dentro quel momento ho spesso guardato il muro bianco e mi sono chiesta perché era finito tutto ancora prima di cominciare. Dentro quel momento ho pensato di stare vivendo una vita che non era la mia perché mi sentivo sola di una solitudine indicibile. Dentro quel momento a un certo punto ho cominciato ad ascoltare la voce di Marino Sinibaldi. La sua voce parlava di libri e lo faceva dalla bocca di scrittori e io mi sentivo che mi usciva una cosa dallo stomaco che mi aiutava a sopportarmi.

 

Mercoledì 4 novembre al 90% la mia voce uscirà da quella radio. Non sono riuscita a spiegarlo ai miei figli cosa significherà essere lì per me. Per me significherà aver oltrepassato quel muro bianco, avere vinto una battaglia, avere sfidato la vita e averle detto: non sei mai abbastanza finita, c’è sempre una possibilità, c’è sempre la via di fuga, c’è sempre una salvezza.

 

Darò conferma della mia presenza domani quando avrò guadagnato anche quel 10% che mi separa da Radio 3.

 

Grazie.

You can leave a response, or trackback from your own site.

2 commenti to Fahreneit

  1. alberto says:

    novembre 3rd, 2009 at 11:02

    “Mai nessuna notte è tanto lunga da non permettere al sole di sorgere”

    Paulo Coelho

  2. Sandra Mazzinghi says:

    novembre 3rd, 2009 at 21:50

    a che ora a che ora?
    dimmelo che mi sintonizzo su rai 3.

Lascia un commento