Luci!

lunedì, dicembre 10, 2012 10:49 | Filled in diario, emozioni

nataleVenerdì ha nevicato anche nel mio paese. La neve sembrava spruzzata dalla luce dei fari dell’auto mentre portavo a casa i miei bambini da scuola. Mi sarebbe piaciuto non arrivare mai e continuare a guidare mentre tutto diventava bianco.

 

Sabato mattina era l’8 dicembre e di neve ce n’era ancora in giardino ma non abbastanza per fare un pupazzo. In pianura i pupazzi di neve sono di polistirolo. Nel mio giardino c’è un pino alto alto. Anche quest’anno era da addobbare. Mio marito e io ci abbiamo messo tutto il giorno. Al freddo ci siamo armati di scale e abbiamo creato rampini con fil di ferro e bastoni lunghissimi unendo scope e canne di bambù con lo scotch marrone da pacchi. Abbiamo legato ampi cerchi di ferro alle palline accumulate negli anni e abbiamo agganciato fili di luci accumulate negli ultimi due. Quest’anno abbiamo speso altre trenta euro. Il nostro albero illuminato è il più bello della via, il più bello del paese. La fortuna di aver trovato un pino in giardino, la fortuna della neve, la pazienza del lavoro. I miei figli hanno guardato distrattamente ma io, ieri sera, tornati a casa da una cena da amici, mi sono incantata.

 

Da bambina, l’albero non lo ho mai avuto. Il nostro se lo ricorderanno i miei bambini da grandi: mamma è papà si arrampicavano al freddo per farci l’albero più bello del mondo; da noi, le luci di notte si sono sempre accese. Sono sicura che sarà così. Perché i bambini considerano normale la magia, un loro diritto. I grandi invece se la conquistano, devono prima sapersela immaginare. 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento