Qualcosa è cambiato

venerdì, settembre 18, 2009 12:51 | Filled in la narrativa del resto

“Ora il sereno è ritornato le campane suonano per il vespero ed io le ascolto con grande dolcezza. Gli uccelli cantano festosi nel cielo perché? Tra poco e primavera i prati meteranno il suo manto verde, ed io come un fiore appasito guardo tutte queste meraviglie”

                                                                  Scritto su un muro di campagna

 

Con questa epigrafe comincia una poesia di Andrea Zanzotto che si intitola “Colloquio” e che fa parte della raccolta “Vocativo” degli anni ’50.

 

chaplinIo penso che ci sia una bellezza nelle persone che non ha niente a che fare con il loro grado di istruzione o con le trasmissioni che guardano o con i libri che non leggono. Io penso che ci siano persone che si chiudono dentro il muro del loro privilegio di classe non sociale, ma culturale, e che sono il male più grande della nostra società. Dello stesso male sono portatori coloro che continuano a scegliere di restare nell’ignoranza, anche quando viene loro offerta un’occasione diversa, of course.

 

Io penso che c’è molta bellezza in chi intravede una strada e chiede aiuto, e prova a capire, e cerca un modo per sperimentare qualcosa di diverso.

 

Ci vuole molto coraggio a esprimersi sapendo o credendo di non esserne capaci. Ci vuole molto coraggio a chiedere aiuto. Ce ne vuole molto poco a barricarsi dietro montagne di parole e di saperi che non potendo aiutare nessuno non servono a nulla. Non c’è un’elezione di sentire nel disagio di stare al mondo. Il male di vivere appartiene a tutti, che abbiano o no gli strumenti per esprimerlo.

 

Non penso che questo sia un pensiero democratico. Penso che sia un pensiero d’amore verso tutti gli uomini e le donne che come me provano a stare in piedi in questo mondo.

 

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

2 commenti to Qualcosa è cambiato

  1. Istèria » Figlie a 90 anni says:

    settembre 21st, 2009 at 08:17

    […] Mi ha cercata lei dopo aver letto il mio libro. Una delle tante persone che il libro ha portato nella mia vita cambiandola per sempre. Ma di questo ho detto qui. […]

  2. Istèria » La mia idea di scrittore… says:

    settembre 25th, 2009 at 10:40

    […] già un po’ detto qui, ma di giorno in giorno le idee si schiariscono. Perché leggo dichiarazioni di scrittori, perché […]

Lascia un commento